droni

I Droni , quale scegliere e regolamento di volo

Il drone ormai è entrato nella vita di parecchi hobbisti. Fino a qualche anno fa era un “gadget” ad uso esclusivo di personale militare o paramilitare, questo per via dei costi molto alti, ma poi con l’aumentare della richiesta e con il migliorare delle tecnologie, si è venuta a creare, pian piano un grande fetta di mercato che si è avvicinata alle esigenze economiche del consumatore. Così sono stati progettati e prodotti una vasta gamma di Droni alla portata economica di tutti gli appassionati.

Tipi di Drone

Questi Modellini Volanti si dividono in varie categorie. I Multirotore o Quadricottero, che è il più comune e a volte il modello più economico ad esempio. Questo modello garantisce una buona stabilità e una buona manovrabilità in volo.  Parecchi di questo tipo di drone sono dotati di fotocamera e la durata delle loro batterie è abbastanza buona.

Per i professionisti del volo ci sono gli Elicotteri che riproducono più o meno fedelmente i modelli reali, ma qui, come per quelli che simulano gli aeroplani, la guida è affidata a personale più esperto.

Ci volevamo quindi soffermare su quelli che ormai vengono riconosciuti come i Droni classici , ossia i quadriocottero.

I Quadricottero

In commercio ci sono modelli che costano poche decine di euro e per giocare con gli amici all’aperto sono l’ideale. Più semplicemente sono perfetti come dono da relegare ai nostri figli per farli appassionare al mondo del modellismo volante. Ne esistono anche di modelli minuscoli, grandi quanto un mouse, e questi possono essere usati per fare piccole acrobazie anche in ambienti ristretti come un appartamento.

Per i più esigenti invece ci sono aziende specializzate nella produzione di droni e componentistiche dedicate. Questo permette al consumatore di personalizzare il proprio gadget volante in base alle proprie necessità.

Si posso trovare droni con batterie a lunga durata, assi portanti in carbonio, fotocamere notturne o telecamere a controllo remoto che inviano direttamente le immagini ad una applicazione dedicata sullo smartphone. Possiamo inoltre dotarlo di luci a led per individuarlo durante i  voli notturni, bracci meccanici per il recupero di materiale e molti altri componenti che renderanno il drone un gadget completo per le nostre esigenze. Ovviamente ogni miglioria apportata al nostro drone ha un costo, che varia in base alla qualità dell’accessorio che voglia prendere.

Altri accessori sono il sistema di Mappatura GPS, che collegandolo ad un apposita applicazione può segnalare, fotografare e riprendere tutte le aree che sorvola oltre a permettere il ritrovamento del drone nel momento in cui cade in un posto lontano dalla nostra area di controllo a vista.

Quando acquistiamo un drone bisogna tener presente che ci sono delle regole ben stabilite dallo stato italiano sul suo utilizzo. Questo perché, visto che vola, deve sottostare a precise direttive e determinate limitazioni in materia di sicurezza. Queste regole le possiamo vedere sul sito dell’enac al link che segue:  https://www.enac.gov.it/La_Regolazione_per_la_Sicurezza/Navigabilit-13-/Sistemi_Aeromobili_a_Pilotaggio_Remoto_(SAPR)/index.html